Autore: armonie associazione di donne

Non sei sola Call for artist

CHIAMATA DI ARMONIE-CALL FOR ARTIST  Abbiamo scelto di mettere al centro la questione della Cura, intesa nella sua relazione strettissima con il disagio sociale, la violenza e le sempre più emergenti situazioni di solitudine e sfruttamento che le donne devono affrontare, accentuate dalla pandemia. NON SEI SOLA è il messaggio che vogliamo comunicare e per farlo abbiamo scelto di dare visibilità alla straordinaria creatività delle donne, che possa mettere in moto un processo di autodeterminazione e favorire la rete di sorellanza che ci  sostiene e rilancia! Lanciamo un invito alle donne, chiamando artiste, grafiche, illustratrici, fotografe a proporre di illustrare la nuova cartolina che nel 2021 servirà a comunicare il servizio...

Atti convegno Mito e Culto della Grande Dea

IL MITO E IL CULTO DELLA GRANDE DEA: TRANSITI, METAMORFOSI, PERMANENZE È un lungo e interessante percorso quello iniziato nel 2000 con il Convegno Il mito e il culto della Grande Dea. Transiti, Metamorfosi, Permanenze, organizzato dalle compagne di Armonie di allora che con entusiasmo e slancio si sono dedicate per anni a diffondere un’altra storia, quella delle donne, soppressa e dimenticata. Per noi che siamo venute dopo ha significato “andare oltre”, “svoltare”. Gli studi di Marija Gimbutas sulla civiltà neolitica dell’Antica Europa e sul ruolo che il simbolico   femminile ha svolto agli albori delle società umane, gli studi di altre donne sulla...

Io sono mia

05.02.2021 Siate bellissimi, morti nostri. Diventate voi tutta la meraviglia di quando alziamo la faccia nell’aperta notte e quasi non reggiamo quell’impero enigmatico di stelle, tutta l’eleganza armonica del cielo. Siate voi. Non prego per voi. Io prego voi. Andate, dove sarà svelata la profezia dei fiori, di tutti i fiori. Nella pace siate di certe domestiche sere, nella gioia d’infanzia, nell’abbraccio fra umani, siate, o quando piove d’estate dopo la calura, dentro un vapore di fornelli, dove si fa il pane, siate, dove si beve latte. Nel semplice stare che non vediamo, se non a volte, dopo un dolore...

In memoria di Marija Gimbutas 1994-2014

In memoria di Marija Gimbutas, 1994-2014 Di Mariagrazia Pelaia Sono molto felice di essere oggi qui con voi per commemorare l’opera di una grande donna e studiosa, un’archeologa fondatrice di una nuova disciplina, l’archeomitologia, ancora fuori dall’ambito di ricerca strettamente accademico. Nonostante la Gimbutas abbia percorso una brillante carriera scientifica le sue principali tesi non sono state ancora vagliate dai colleghi con la dovuta attenzione. La sua ipotesi più importante è quella che sia esistita sul territorio europeo una civiltà evoluta e duratura, che ha preceduto quella che noi consideriamo l’unica sulla faccia della Terra, e cioè quella occidentale che...

Marija Gimbutas a 100 anni dalla nascita

Il 23 gennaio 2021 ricorre il centenario della nascita dell’archeologa e professoressa emerita dell’UCLA Marija Gimbutas. Scienziata originale, coraggiosa e creativa, i suoi studi, scavi e ricerche focalizzati sulle prime società nate in Europa e sulle coste del Mediterraneo tra il 6500 al e il 3500 e.c. hanno contribuito ad aprire una nuova visione delle popolazioni orticole di quel tempo. L’archeomitologia, il suo metodo interdisciplinare di analisi della preistoria, esplora le strutture sociali delle culture indigene europee attraverso simboli e le metafore, i miti, i riti e il folklore, e gli studi linguistici comparati, integrati all’analisi dei reperti portati alla...

Il neolitico europeo: altro che epoca buia!

IL NEOLITICO EUROPEO: ALTRO CHE EPOCA BUIA! Perché è importante occuparsi seriamente dell’Antica Europa (o Civiltà danubiana), che risale almeno a 8000 anni fa e ha precorso i valori fondamentali di Harald Haarmann e LaBGC 10 luglio 2018, “Frankfurter Rundschau” Senza valori fondamentali nessuna società può funzionare. Ma cosa succede se questi valori vengono più esorcizzati che vissuti? Si profilano segnali di tempesta all’orizzonte. Nel frastuono dei cambiamenti radicali dell’Unione Europea siamo spinti alla ricerca di modelli che non solo tengano coesa l’alleanza, ma che facciano sentire a tutte le parti coinvolte il valore dell’essere uniti. Per orientarsi è utile...

Marija Gimbutas

Marija Gimbutas Oltre l’archeologia Traducendo e curando i Libri Marija Gimbutas MG Pelaia https://www.preistoriainitalia.it/le-origini/ricordando-marija-gimbutas-luciana-percovich/?fbclid=IwAR2ZWmXROFv-HXxgTJKystJQbhXIKwfxzYcxrU75hrcHUtu6j27mbKEnURU

La magnifica civiltà della preistoria

Se la ricostruzione della misteriosa civiltà diffusa sul continente europeo da oriente a occidente nell’epoca Neolitica (7000-3500 a.C.) fosse fondata, e l’antica Europa fosse proprio come Marija Gimbutas ha ipotizzato sulla base dei documenti raccolti nei suoi studi e scavi, avremmo individuato la realtà storica alla base del cosiddetto mito dell’età dell’oro!Esiodo nelle Opere e i giorni ci parla di un tempo in cui regnava Cronos e in cui si viveva in pace, godendo dei frutti della terra, senza fatiche e aggressioni… questo idillio si conclude con il furto del fuoco agli Dei da parte di Prometeo… Possiamo considerare l’antica...

Le Dee e gli Dei dell’Antica Europa

“Questo libro splendidamente illustrato raccoglie una documentazione archeologica che difficilmente può essere trovata altrove”.Mircea Eliade Scritto nel 1974 e riveduto e aggiornato nel 1982, questo volume determinò la notorietà dell’Autrice.La civiltà europea fiorita fra il 6500 e il 3500 a.C. – molto prima della civiltà greca e di quella giudaico-cristiana – non è stata un mero riflesso delle culture confinanti del Vicino Oriente, ma una cultura autonoma dotata di un suo carattere originale. L’immaginario mitico dell’epoca matrilineare rivela quali fossero le prime concezioni che l’umanità aveva del cosmo, dei rapporti tra uomo e natura e tra maschio e femmina: con...

La Civiltà della Dea

La civiltà della Dea è l’opera più importante di Marija Gimbutas. La studiosa ricostruisce il mondo dell’antica Europa neolitica in base a uno straordinario repertorio di dati archeologici scaturiti da numerose campagne di scavo nel bacino balcanico e mediterraneo meridionale. Il libro propone una tesi rivoluzionaria che cambia la tradizionale visione della storia del continente europeo. Viene rintracciata la realtà di un’antica Europa pacifica, egualitaria e portatrice di una spiritualità fortemente legata alla terra. Una civiltà dove la Grande Madre guida i popoli verso una convivenza pacifica, cambiando così gli attuali paradigmi culturali e scientifici che considerano la guerra e...