DonneCucimondo

Formazione per attivare una Sartoria Sociale e Solidale di donne

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

La crisi economica colpisce pesantemente le donne accentuando disuguaglianze, provocando incertezza, povertà e rischio di esclusione sociale e impossibilità di soddisfare i bisogni primari. Oggi più che mai l’associazione Armonie sente come impegno prioritario quello di promuovere una cultura di empowerment e di relazione tra donne dando vita, nel territorio cittadino, a percorsi possibili e credibili rivolti in particolare a questa fascia di popolazione sempre più esposta ai contraccolpi sociali della crisi in atto.

L’intreccio tra condizioni di vita e condizioni di lavoro/non lavoro delle donne è una questione sociale centrale e deve essere valorizzata e sostenuta, le sempre più vincolanti responsabilità della cura, non dovrebbero essere un limite alla partecipazione delle donne al lavoro.

Le donne, in generale, si trovano coinvolte in un processo di impoverimento che influisce negativamente sugli standard di vita, azzerando il tempo da dedicare alle relazioni, all’amicizia e all’incontro, nondimeno che accentua ulteriormente il rischio di esclusione sociale.

Il Progetto è rivolto a donne – native e migranti – che vivono condizioni di svantaggio economico e sociale e situazioni di isolamento, reale o percepito. Lo scopo di tale progetto è realizzare una    formazione volta all’inserimento lavorativo, attraverso acquisizione di competenze professionali allargate oltre a promuovere la costruzione di relazioni di sostegno, solidarietà e fiducia grazie a spazi di socialità e condivisione. Centrale per la realizzazione del progetto sono la stretta collaborazione con il servizio sociale ed educativo del Quartiere Savena, lo sportello Donna della CGIL e la cooperativa Mag6, la Cooperativa Dolce e scambio di esperienze tra donne.  

Per la realizzazione del progetto che si inserisce nell’ambito della propria progettualità pluriennale, l’associazione di donne Armonie si avvarrà della collaborazione dell’associazione Spazio Insieme.

Le attività della nostra associazione riconducono ad alcuni ambiti che diramano in molteplici direzioni:

  • attività culturali per prevenire e contrastare la violenza maschile contro le donne
  • promozione della conoscenza delle culture matriarcali quali modelli di riferimento di convivenza egualitaria ed orientate alla pace
  • diffusione di saperi e cultura riguardo una migliore qualità della vita e della salute, attraverso prassi solidali e scambi di conoscenze orientante all’auto cura e alla medicina alternativa

In particolare ricordiamo alcuni percorsi formativi e informativi:

  • Donne ed Economia” per spostare visioni, ripensare concetti, annodare fili e reinventare prospettive per contrastare le derive dell’economia attuale
  • L’incubatrice di sogni” una rete di donne per cambiare vita e lavoronell’ambito dell’economia solidale
  • La valorizzazione della pratica del riuso ed economia del dono attraverso mercatini del baratto e del dono, incontri divulgativi nelle scuole
  • La coltivazione di un orto condiviso, l’attivazione di un gruppo di acquisto solidale (G.A.S.) e un punto di consegna periodica da parte di produttori biologici del territorio
  • Attività di sostegno per favorire l’autonomia delle donne residenti presso la struttura Riparo Notturno Madre Teresa di Calcutta Viale Felsina, 68 – Bologna

In generale, promuoviamo convegni e seminari per la diffusione delle culture sulle Società Matriarcali che includono pratiche e riflessioni sull’economia di sussistenza, su modalità di convivenza alternative alla famiglia tradizionale, su metodi decisionali consensuali, parità di genere e non violenza oltre al rapporto di sacralità con la Terra.

Da parte del Quartiere Savena si aderisce e si sostiene con convinzione il progetto come dimostrato dalla dichiarazione allegata.

Il coordinamento è affidato a Maria Teresa Ganzerla, referente per l’associazione Armonie, titolare del Progetto.

OBIETTIVI GENERALI

Intendiamo favorire l’uscita da situazioni di difficoltà e l’inserimento lavorativo attraverso percorsi integrati mirati all’autonomia e autodeterminazione, alla fiducia in se stesse, secondo queste finalità:

  • Incentivare l’avviamento di attività sia attraverso percorsi individuali che collettivi
  • Favorire l’inserimento nei settori dell’artigianato e opere dell’ingegno
  • Promuovere la cultura del riuso e del riciclo, l’economia del dono e solidale, la sensibilizzazione a temi ambientali
  • Promuovere l’aggregazione tra donne native e migranti e contrastare l’isolamento
  • Valorizzare la rete di solidarietà delle varie realtà e comunità femminili del territorio

 

DESTINATARI

Donne native e migranti in condizione di difficoltà/disoccupate.

 

LUOGO DI REALIZZAZIONE

La sede dell’associazione Armonie, via Emilia Levante, 138 – Bologna

 

FASI/ATTIVITA’

Il progetto sarà articolato come segue:

  1. La promozione con strumenti cartacei e spot sulle radio locali
  2. Una capillare pubblicità in diversi luoghi del quartiere
  3. Percorso di formazione per acquisire abilità sartoriali di taglio e cucito, conoscenze basiche di informatica e corso di italiano per chi presenta difficoltà linguistiche
  4. Attività /incontri di informazione e auto formazione (incontri con esperte sulla salute delle donne, i diritti, la ricerca di sbocchi lavorativi, i servizi del territorio…)
  5. Attivazione di una sperimentazione lavorativa nella forma di laboratorio di creatività per le confezioni di abiti e accessori e anche un’attività di riparazione
  6. Visita ad aziende locali per il recupero di stoffe e materiali di scarto adatti alla trasformazione.
  7. Verifica/monitoraggio in itinere
  8. Rilascio alle partecipanti di un attestato di frequenza

 

OBIETTIVI DI SVILUPPO COMPETENZE SPECIFICHE

  • Sviluppare/acquisire competenze in taglio e cucito
  • Imparare a disporre i modelli su stoffa, tagliare e confezionare
  • Elaborare creativamente tessuti e altri materiali di scarto e riciclati sperimentando la propria manualità e creatività
  • Acquisire maggiore conoscenza della lingua italiana e di strumenti informatici di base
  • Attivare collaborazione con produttori di tessuti biologici e della rete equo solidale
  • Organizzare sfilate, esposizioni di manufatti.

METODOLOGIA

Per la formazione sartoriale, l’associazione Armonie occuperà una modellista/sarta e una stilista/modellista/sarta dell’associazione Spazio Insieme, entrambe con provata esperienza e socie volontarie in assistenza.

Per gli incontri informativi l’associazione Armonie collaborerà con: Mag6, Volabò, associazione Trama di Terre, commercialiste e personale dei servizi sociali.

Per la formazione in lingua Italiana l’associazione Armonie metterà a disposizione una docente.

Per la formazione di elementi di base di informatica l’associazione Armonie metterà a disposizione una docente.

CGIL sostiene il progetto e ne cura la diffusione attraverso lo sportello Donna della Camera del Lavoro metropolitano di Bologna.

STRUMENTI E MATERIALI

  • Macchine da cucire (una per ogni partecipante)
  • Kit da sartoria
  • Stoffe e fili
  • Tavoli per confezionamento
  • Testi didattici

ATTIVITA’ COLLATERALI

L’associazione intende attivare uno spazio gioco assistito per bambine/i in parallelo e negli stessi orari del corso di formazione per favorire la partecipazione delle madri.

TEMPI

Le attività si prevedono un pomeriggio a cadenza settimanale dalle ore 15 alle ore 19 e un pomeriggio settimanale per lezioni di italiano, informatica, formazione su associazionismo e cooperativismo normative e contabilità, pratica di cucito e taglio dalle ore 15 alle ore 17

  • Totale ore settimanali 6
  • Primo modulo, corso di base con attività di formazione: 36 incontri
  • Attività di informazione: 4 incontri
  • Secondo modulo, corso avanzato con attività di laboratorio: 24 incontri
  • Attività di informazione: 4 incontri

NUMERO PARTECIPANTI

Si ipotizza un gruppo massimo di 6 donne

Bologna, 22.10.2016

Maria Teresa Ganzerla